Come sopravvivere alle sessioni di ritratto con i bambini

In questo articolo, riceverai alcuni suggerimenti su come sopravvivere alle sessioni fotografiche con dei bambini. Quando immagini di fotografare una famiglia, immagina di scattare bellissime fotografie in una bella location e di ottenere tutte quelle splendide foto che renderanno felice te e loro. Tuttavia, i bambini non sono sempre predisposti a rimanere fermi davanti all’obbiettivo e quindi protestano  piangendo, distraendosi o semplicemente non volendo cooperare. Non scoraggiarti e non arrenderti, questi suggerimenti utili ti aiuteranno durante la sessione in modo che tu possa ottenere quelle belle immagini che ti aspettavi.
Questo bimbo continuava a dire di no all’intera sessione. Dopo aver esaurito tutte le ipotesi, ho iniziato a giocare a nascondino e alla caccia al tesoro insieme a lui. Dopo è stato tutto un sorriso!

ASPETTATIVE

Prepara tutti gli adulti a cosa aspettarsi e dai loro consigli su come aiutarti può fare la differenza durante la sessione. Uno dei principali suggerimenti che puoi dare agli adulti è pianificare la sessione in modo che coincida con l’ora del giorno in cui i loro bambini sono dell’umore migliore. Ciò significa che, se il loro bambino è più sereno e tranquillo dopo un pisolino, è dopo quell’ora che dovrai programmare la tua sessione. I bambini si stancano velocemente e non vogliamo di certo avere un soggetto assonnato e annoiato durante le foto, anche perchè cosi sarà quasi impossibile riuscire ad attirare la sua attenzione.
Portare giocattoli e spuntini aiuta i bambini a staccare per un pò. Fotografali con i loro giocattoli preferiti.
Chiedi ai genitori di portare spuntini per i loro bimbi che possono essere usati per ottenere sorrisi questo è un buon trucchetto salva situazioni. Ti consiglio di non portare dolci a meno che tu non abbia già parlato con i genitori prima, non tutti sono d’accordo nel dare ai propri piccoli dei dolci, quindi è meglio che portino loro spuntini appropriati. Consiglia anche di portare dell’acqua o qualcosa da bere anche se pianifichi la sessione dopo un pasto, gli snack sono sempre utili.
Lasciare giocare i bambini, li rende occupati e felici.
Un suggerimento molto importante  è dire agli adulti che la parola “no” è off limits durante le foto. In altre parole, i genitori non possono dire “no” ai bambini perché muterebbe inevitabilmente l’umore del soggetto. Lasciare che i bambini giochino ed esplorino fa parte del divertimento e dare a loro un po‘ di tempo per avere un’idea di ciò che li circonda, può fare la differenza per il risultato finale. La parola “no” di solito rende i bambini chiusi o tristi, entrambi i comportamenti che si vogliono evitare.
Far interagire la mamma o il papà aiuta i bimbi a concentrarsi sui genitori e non tanto su noi che li fotografiamo.

GIOCA, ESPLORA E DIVERTITI.

Una parte della sessione dovrebbe consentire alcuni momenti di gioco ed esplorazione. I bambini sono incredibilmente curiosi e giocare con loro è particolarmente utile quando il bimbo è distratto, non vuole collaborare oppure è interessato a fare altro. Dì ai genitori di giocare e attirare l’attenzione del loro bambino su un particolare albero o luogo in cui vorresti fotografarli, chiedi loro di camminare insieme mano nella mano. Invita gli adulti a fare facce buffe o a raccontare barzellette,  cantare le loro filastrocche o canzoni preferite questo aiuta anche a rilassare i bambini.
Camminare ed esplorare aiuta i bambini a trovare la sessione fotografica molto più interessante.
La loro esperienza durante la sessione è ciò che ricorderanno. Assicurati che sia divertente e che si divertano. Consiglia ai genitori di portare anche dei cambi per i loro bimbi.
Giocare è molto importante per i bambini e aiuta loro a godersi la sessione.

Pianto = Stop

A volte capita di incontrare bambini che semplicemente non sono disposti a collaborare e partecipare. Hai provato a esplorare, giocare e hai cantato anche le loro canzoni preferite ma non funziona nulla?? A volte concedere loro una pausa e concentrarsi sui genitori può spesso portare i bambini a desiderare di attirare la loro attenzione e di solito finiscono per entrare nell’inquadratura. Quando ciò accade, dì agli adulti di allontanarsi.
In questo scatto abbiamo focalizzato l’attenzione solo suoi genitori, fino a quando il bimbo non ha voluto camminare con loro e così siamo riusciti ad avere questi scatti.
Le interazioni tra bambini e genitori creano le fotografie più intime e significative. Lasciare che i bambini e i genitori siano loro stessi senza troppa direzione aiuta ad alleviare i nervi. Ti aiuta anche a costruire un rapporto con i bambini mentre esplori e giochi con loro.
Giocare con i bambini durante una sessione fotografica può portare a emozioni e interazioni reali tra tutti i membri della famiglia.

Ricorda che i bambini di età inferiore ai 10 anni sono di solito predisposti e collaborativi per circa 45 minuti. Dopo di che, si annoiano, vogliono giocare o hanno fame, quindi prova e anticipa questo intervallo di tempo e fai in modo che i ritratti di famiglia completi vengano fatti rapidamente e in anticipo, se puoi. In seguito, puoi scegliere di scattare ritratti individuali o semplicemente catturare la famiglia come famiglia.

RECITARE ED ESSERE SCIOCCHI

Questo bimbo si è messo a giocare e a fare lo sciocco, cosi abbiamo ottenuto lo scatto sulla sinistra.
Ci saranno momenti in cui si comporteranno in modo troppo sciocco e renderanno difficile la riuscita di un ritratto, quando ciò accade, non permettere ai genitori di cercare di riprendere i loro figli facendo invece, trasformalo in un gioco. Ad esempio, dì al bambino  che ami  le sue facce buffe…. Gioca con lui e mescola quello che vuoi dicendo “Okay, ora voglio che tu sorrida come vuole la mamma e poi possiamo fare un’altra faccia buffa, va bene? Una volta che sono d’accordo, cosa che di solito fanno, affrettati a scattare una buona foto e poi continua con il gioco per un altro paio di foto. Quindi vai avanti così fin quando non hai quello che ti serve.
Ricorda che i bambini devono essere bambini!
Questo aiuta i bambini a godersi la sessione e mostrare le loro personalità giocose, pur ottenendo le foto che mamma e papà si aspettano, aiuta anche a non forzare i bambini a fare qualsiasi cosa che può portarli a  piangere o ad annoiarsi, che è esattamente quello che vogliamo evitare.

Ragazzi e adolescenti

Anche i ragazzi e gli adolescenti sono importanti durante una sessione e di solito, a causa della loro età, possono essere i meno cooperativi. Qui, suggerirei di chiedere ai genitori qualche piccola informazione su cosa gli piace o su quale scuola frequentano prima della sessione questo può aiutare a iniziare le conversazioni e farli aprire e rilassare un po’.
Portare i ragazzi in una parte del luogo in cui i genitori non sono troppo vicini aiuta loro a rilassarsi. Gli adolescenti sono molto consapevoli di loro stessi, spesso più degli adulti, soprattutto ora con i social, mostrargli subito un anteprima delle fotografie può suscitare maggiore interesse e contribuire ad aumentare la loro confidenza.
A volte l’imbarazzante abbraccio tra fratelli può suscitare veri sorrisi, lascia che siano se stessi.

NON AVERE PAURA DI RINVIARE

Se ti senti come se stessi provando tutto ciò che è in tuo potere per trasformare la sessione in un’esperienza positiva, ma nulla funziona, c’è sempre la possibilità di riprogrammare la sessione. Ciò può dare a entrambi una pausa in modo che tu possa tentare la sessione in un luogo diverso e forse in un momento diverso quando i bambini sono più predisposti.
Nella foto a sinistra la ragazza giovane non voleva partecipare, alla fine è un suo diritto. Ma quando gli ho parlato del suo spettacolo preferito lei ha sorriso!
È molto importante durante la sessione, per quanto difficile, mantenere la calma e rassicurare i genitori che i loro figli stanno facendo grandi cose. Questo aiuta a mantenere bassi i livelli di stress e anche se offri di riprogrammare, fallo in un tono positivo. Ad esempio, “Abbiamo fatto degli ottimi scatti e tutti sembrano fantastici, tuttavia, penso che se dovessimo riprogrammare per un altro momento, potremmo ottenere foto migliori”.
A volte raggruppare i fratelli più grandi riesce ad attirare l’attenzione anche dei più piccoli.
Conserva sempre le foto della prima sessione potresti aver scattato delle foto davvero belle prima di decidere di rinviare. L’invio di un’anteprima alla famiglia manterrà la loro fiducia in se stessi e non li farà sentire come se non avessero fatto un ottimo lavoro. Così saranno ansiosi per la sessione sucessiva e potrai ottenere ancora foto più belle.

Conclusioni

Lascia che i bambini siano loro stessi e si divertano, può aiutarli a mantenere la calma durante la sessione.
Quando ti specializzi nella ritrattistica, avere bambini non cooperativi alle sessioni è inevitabile. Tuttavia, questi suggerimenti ti aiuteranno a gestire al meglio questi inconvenienti e ad offire ai tuoi clienti un esperienza migliore, questo è ciò che li farà tornare a te. Ricorda, non devi forzare nessuno e una riprogrammazione può a volte fare la differenza. Facci sapere se hai provato uno di questi suggerimenti o li hai trovati utili. Tradotto e adattato, fonte.  Siamo accumulatori seriali di stimoli fotografici, ci potrai trovare tutti sul nostro gruppo Facebook.

Potrai proporci i tuoi lavori per un eventuale pubblicazione sul sito nella sezione #UnoDiNoi

Se l’articolo ti è piaciuto valuta di condividerlo , basta un semplice click. (tanto è gratis) 😉

Cosa ti sei perso

About LaTaty 8 Articles
"Vieni con noi e diventa accumulatrice seriale di stimoli fotografici", dicevano. Invece mi  tocca accumulare tutorial fotografici, liste di cose da non fare e scrivere di robe come Photoshop o Lightroom. Sono una fotografa nerd, ma ho anche dei difetti :D

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*